Sole: Astrologia

Sole

Il sole è la stella fissa più vicina alla terra, da cui dista 149 milioni e 500 mila Km, costituisce il cuore del nostro sistema planetario.

Ha un raggio circa 109 volte più grande di quello della terra che è 6.371 Km e un volume pari a un milione e 259 mila volte quello della terra. La sua densità è invece quattro volte inferiore.

La temperatura varia da 6.000 a 10.000 C° in superfice per salire a 30 milioni C° nel nucleo.  Esso si muove lentamente in senso inverso al moto apparente delle stelle trascinando con se i pianeti.

Il movimento di rotazione intorno al proprio asse si compie in 25 giorni, il movimento di rivoluzione (tempo impiegato a ritornare nello stesso punto del cielo) si chiama anno siderale.

Il sole è formato da una massa gassosa incandescente costituita per il 91 % da idrogeno e per il 9% da altri elementi tra i quali predomina l’elio. La parte centrale più densa è il nucleo solare intorno al quale si trova la fotosfera cioè la superficie luminosa dalla quale si irradiano i raggi solari.

La cromosfera, visibile durante le eclissi con uno spettroscopio , si estende come una frangia di colore rosato oltre il limite della fotosfera per circa 8.000 Km. Oltre a questa si forma una fascia di gas esterno molto rarefatta detta corona, visibile come un alone intorno al sole. Durante l’eclisse la corona appare come un radioso anello luminoso che sfugge al cono d’ombra della luna.

La superficie solare è granulosa , nella fotosfera si possono notare le macchie salari (isole scure dai contorni irregolari) che segnalano periodi di perturbazione solare. Lungo il bordo della superficie avvengono gigantesche esplosioni di materiale incandescente che fuoriesce dalla fotosfera con la’aspetto di colossali fontane di fuoco alte milioni di Km , sono le protuberanze. Ogni esplosione dura circa 3 minuti.

Il sole è il centro del sistema solare inserito nella galassia, si muove verso un punto prossimo alla stella Vega nella costellazione della Lira. Riferito al centro della Via Lattea, tutto il sistema prende parte alla rotazione di questa e ad una velocità di rotazione di 250 Km al secondo, compiendo un intero giro in 226 milioni di anni.

La teoria di Kant – Laplace ipotizza la formazione nello spazio di un globo incandescente di gas in lento moto rotatorio. Contraendosi il globo acquistava velocità dando origine ad anelli che liberandosi via, via dalla massa-madre solidificavano lentamente trasformandosi in pianeti e satelliti.

a cura di Cristina Tartaglino

POTREBBE INTERESSARTI
Il sole – simbologia

Precedente Leone - Sole Successivo Salem: il processo